Grosseto con il suo centro storico medievale

Sono davvero poche le città italiane senza un centro storico d’origine medievale. La ricca era dei comuni ne ha plasmato la fisionomia donandogli quella sua caratteristica bellezza invidiata in tutto il mondo, ma sono pochi gli esempi di centri storici perfettamente conservati. Un esempio di tutto ciò può essere osservato in una delle città più caratteristiche della Toscana: Grosseto.
La sua storia, le sue tradizioni, i suoi sapori e la sua cultura, infatti, sono rimasti ben coservati dietro quell’imponente cinta muraria che ancora oggi protegge il suo centro storico dai mutamenti del tempo.

Ma son passati i tempi in cui bisognava assediare la città per mettervi piede e scoprirne la bellezza, oggigiorno basta prenotare in un albergo Grosseto, superare la possente Porta Vecchia e dirigersi verso tutti i suoi monumenti più importanti. Ma non finisce qui. Nel caso in cui vorreste lasciare la città per qualche gita nella natura o al mare, non dovrete andare molto lontano.
Grosseto, infatti, sorgendo nel cuore della maremma, è praticamente circondata di parchi e riserve naturali. Nella zona nord-occidentale c’è l’interessante Riserva Daccia Botrona, famosa per essere una zona di svernamento e nidificazione per molti anatidi e ardeidi, mentre a sud-ovest c’è il famoso Parco Naturale della Maremma. Proseguendo verso ovest, invece, il litorale si affaccia sulle cosidette “Formiche di Grosseto”, ovvero tre isolotti che fanno parte dell’Arcipelago Toscano. Un territorio ricco di zone protette e di un mare cristallino che garantisce qualità e benessere e, come abbiamo detto, conserva intatte tutte le sue tradizioni. Molto caratteristica, ad esempio, è la festa di San Lorenzo che si tiene il 9 agosto. In questa data la statua del santo patrono della città viene trasportata su un carro trainato da buoi maremmani fino alla Cattedrale.
Questa e tante altre iniziative religiose, mondane e culturali, riescono ogni anno ad attrarre e a soddisfare un gran numero di visitatori.